Le risoluzioni dell'O.N.U nr. 242, 338, 1397 e 1402
Le Nazioni Unite votarono due misure immediatamente dopo i conflitti del 1967 e 1973 scoppiati fra Israele e gli arabi : la Risoluzione numero 242 del 22 novembre 1967 e la Risoluzione numero 338 del 22 ottobre 1973. Le risoluzioni imponevano ad Israele di ritirare le sue truppe dai territori occupati in occasioni di tali guerre. A loro volta, gli arabi dovevano riconoscere l'esistenza dello Stato di Israele.
Israele rettificò le risoluzioni, insieme con l'Egitto e la Giordania, ma i palestinesi opposero un rifiuto. In un drammatico discorso pronunciato il 15 novembre 1988, il leader palestinese Yasser Arafat dichiarò di accettare le risoluzioni come base per una serie di provvedimenti politici.
Nel riconoscere l'esistenza dello Stato d'Israele, i palestinesi speravano che gli Stati Uniti avrebbero tolto il veto posto sulla possibilità di condurre trattative con il Movimento per la Liberazione della Palestina. Ma gli Stati Uniti aggiunsero un'altra clausola prima di togliere questo veto. Il governo americano chiese infatti che l'Olp si impegnasse a rinunciare ad ogni attività terroristica.
Nel dicembre del 1988, Arafat rese una pubblica dichiarazione, dettatagli dal dipartimento di Stato americano, in base alla quale l'Olp condannava "ogni forma di terrorismo individuale, di gruppo o di Stato" e prometteva "di non ricorrervi mai, in nessuna occasione".
Il 12 marzo 2002, il Consiglio di sicurezza dell'Onu ha approvato una nuova risoluzione, la numero 1397, in cui per la prima volta si indica l'esistenza di "una regione in cui due stati, Israele e Palestina, vivano fianco a fianco, all'interno di frontiere riconosciute e sicure". La risoluzione chiede la fine immediata delle violenze e del terrorismo, la cooperazione fra le due parti per l'applicazione dei piani di pace "Tenet" e "Mitchell" ed esprime sostegno agli sforzi del Segretario generale e a chi cerca di aiutare le parti ad arrestare le violenze e a far ripartire il dialogo.
Il Consiglio di sicurezza dell'Onu il 30 marzo ha approvato un'altra risoluzione, la numero 1402, per il ritiro delle truppe israeliane dalle città palestinesi.

La risoluzione chiede un immediato "cessate il fuoco significativo" sia da parte israeliana che palestinese, e "l'immediato ritiro delle truppe israeliane dalle città palestinesi.

home page