LA VITA SOTTO I RAZZI QUASSAM

(1940-1970)


Le guerre come quella arabo-israeliana, hanno radici storiche antiche e in questo articolo parleremo dei problemi politici e nazionali che stanno alla base di questo conflitto. Non saranno prese in considerazione le importanti differenze ideologiche e religiose fra questi due blocchi, ma saranno analizzati schematicamente con piglio storico e politico tutti quegli avvenimenti che ci hanno condotto fino ad oggi. L'incipit della questione Mediorientale nasce già durante la Seconda Guerra Mondiale, con il mancato riconoscimento da parte dei Paesi Arabi del neonato Stato d'Israele. Dopo la crisi dello stretto di Suez del '56, in piena Guerra Fredda, la permanente ostilità era alimentata da Usa e Urss che scelsero proprio il Medio Oriente come terreno di scontro per i loro interessi globali. L'Unione Sovietica divenne protettrice dell'Egitto e gli Stati Uniti per tutta risposta sostenevano e aiutavano con decisione lo stato d'Israele. Nel 1967 Nasser, il presidente egiziano chiese il ritiro delle forze Onu che sorvegliavano la striscia di territorio-cuscinetto al confine con il Sinai, annunciò la chiusura del golfo di Aquaba e strinse un'alleanza militare con la vicina Giordania. Con questa mossa improvvisa, Nasser privava Israele di un vitale snodo per gli approvvigionamenti e chiudeva lo Stato in una morsa insostenibile. Gli israeliani reagirono a questa difficile situazione con un attacco precauzionale contro Egitto, Giordania e Siria, la famosa guerra dei sei giorni era cominciata. La guerra fu molto breve e furono le prime ore di combattimenti a decidere le sorti fra le parti belligeranti. Grazie al Mossad, il servizio segreto israeliano, l'esercito della stella di David era riuscito con una storica sortita a individuare e distruggere a terra l'intera aviazione egiziana. Questo conflitto costò alla coalizione araba più di 30.000 morti e perdite territoriali gravissime, l'Egitto perse tutta la penisola del Sinai e la Giordania tutte le terre sul versante occidentale del Giordano, compresa Gerusalemme e la Siria tutte le alture del Golan. La disfatta ebbe conseguenze gravissime e inasprì ancora di più l'odio nel Medio Oriente. Uno dei primi effetti fu l'allontanamento dei movimenti di resistenza palestinese (OLP) dal controllo della lega panaraba. La guida di quest'organizzazione, creata per liberare la Palestina, fu presa dal 1969 da Yasir Arafat, già leader del gruppo di Al Fatah e cominciò a costruire le sue basi nella limitrofa Giordania. Ma la guerra era già nell'aria, infatti il re della Giordania Hussein, esasperato delle continue ritorsioni israeliane a causa degli attentati dei feddayn e dei profughi palestinesi, reagì con un attacco sanguinoso contro questi insediamenti. Il risultato di questa operazione militare, sarà un autentico massacro di profughi che sconvolgerà l'opinione pubblica di tutto il mondo. Da questo momento gli attacchi terroristici dell'OPL si ampliarono anche sullo scenario internazionale, con dirottamenti e attentati clamorosi, come il sequestro durante le Olimpiadi del 1972 degli atleti israeliani. Nel 1970 moriva Nasser e il suo successore Sadat deciso a riconquistare il Sinai, sferrò una attacco a sorpresa contro Israele dando così inizio alla guerra famosa del Kippur, dal nome della festività ebraica che si festeggiava quel giorno. Ma grazie ai fondamentali aiuti americani, Israele riuscì a reagire all'attacco e a respingere gli aggressori al di là dei suoi confini. L'ultimo fatto importante in ordine cronologico per il periodo preso in questione è senza dubbio il blocco del canale di Suez, deciso dai paesi Arabi contro i paesi occidentali che erano alleati dello Stato ebraico. Il blocco del greggio avrà conseguenze mondiali, scatenando una delle più gravi crisi energetiche di tutto il secolo. Con questo resoconto schematico dei principali avvenimenti storici di questi anni, spero di aver fornito a chi non le conoscesse già, uno sguardo d'insieme per capire le cause storiche che dividono due popoli che abitano lo stesso fazzoletto di terra in Medio Oriente.


C.C.

HOMEPAGE